TAGLIATELLE DI GRANO SARACENO CON PIOPPINI E PRIMULE

Dirigere il traffico dei pensieri non è sempre semplice; dolce, salata, questa esistenza necessita di emulsioni e purezze a fasi alterne.

Un colpo di frusta per montare le energie, uno strato di dolcezza e serenità, poi tutto in forno a 180°, a cuocere questa torta che se sei stata brava ed equilibrata negli ingredienti, lievita a dovere e diventa soffice.

E voi la vorreste una vita soffice?

Trovate questa ricetta sul nuovo numero di Taste & More, dedicato ai mesi primaverili.

TAGLIATELLE DI GRANO SARACENO CON PIOPPINI E PRIMULE
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per 2 persone
  2. 150 g di farina 00
  3. 50 g di farina di grano saraceno
  4. 1\2 cucchiaino di zafferano in polvere
  5. 2 uova a temperatura ambiente
  6. 30 funghi pioppini
  7. 16 primule non trattate
  8. 3 spicchi d’aglio
  9. 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  10. olio extravergine d’oliva
  11. sale
  12. pepe
Instructions
  1. Mischiate le farine e disponetele a fontana su una spianatoia. All’interno del cratere, rompete le uova e versate lo zafferano, poi impastate e lasciate riposare l’impasto per una mezz’oretta a temperatura ambiente. Stendete la sfoglia con un mattarello e arrotolatela su se stessa poi, con un coltello affilato, ricavate le tagliatelle, affettando delle fettuccine di circa 5/6 mm. Mondate i funghi e saltateli in padella con un fondo d’olio d’oliva, l’ aglio intero e un pizzico di sale poi, una volta scolata la pasta al dente, terminate la cottura in padella insieme ai pioppini con pochi cucchiai di acqua di cottura. Impiattate le tagliatelle e ultimate con una macinata di pepe nero fresco, il prezzemolo tritato e le primule.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/

 

LASAGNE CON VONGOLE E FAGIOLI CANNELLINI

pasta home made, pesce, primi | 11 novembre 2015 | By

meglio il solito che non tradisce mai (ma magari annoia)?

o l’insolito che lascia tante domande (ma scuote il sistema)?

La classica domanda che qualche anno fa, con le amiche del cuore, ci avrebbe costretto ad un foglietto diviso a metà su cui scrivere i pro e i contro.

Si o no? Bene o male? Bianco o nero?

A volte è meglio buttarsi senza pensarci troppo, le stranezze giovano allo spirito.

Oggi, sul nuovo numero di Taste & More cerchiamo di goderci un attimo tra il solito e l’insolito con questa lasagna.

Non fatevi cuocere dalla noia, vi assicuro che l’abbinamento pesce/legumi, pur non essendo un classico ragù, vi stupirà.

Taste&More-Magazine-novembre-dicembre-2015-n°-17

LASAGNE CON VONGOLE E FAGIOLI CANNELLINI
Una lasagna tra il solito e l'insolito
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per 4 persone
  2. (per la pasta)
  3. 100g di farina
  4. 1 uovo a temperatura ambiente
  5. (per la besciamella)
  6. 1/2 l di latte intero
  7. 500 g di farina
  8. 50 g di burro
  9. 1 pizzico di noce moscata
  10. 1 pizzico di sale
  11. (per la farcia)
  12. 200 g vongole lessate e sgusciate
  13. 250 g di fagioli cannellini lessati e sgusciati
  14. 3 spicchi di aglio
  15. 1/4 di cipolla bianca
  16. 6 cucchiai di passata di pomodoro
  17. 6 cucchiai di parmigiano grattugiato
  18. una presa di prezzemolo tritato
  19. vino bianco secco per sfumare
  20. olio extravergine d'oliva
  21. sale
  22. pepe
Instructions
  1. Impastate e stendete la sfoglia, dividetela in rettangoli grandi indicativamente come la vostra mano aperta poi sbollentateli in acqua salata immergendoli per qualche secondo, pochi per volta, scolateli con una schiumaiola e adagiateli su un canovaccio umido. (Potete trovare le indicazioni per la sfoglia e i vari formati di pasta nella sezione "mani in pasta").
  2. Fate sciogliere a fuoco medio il burro per la besciamella in una casseruola, incorporate poco a poco la farina, stemperate bene in modo che non si formino grumi e fate tostare per qualche istante. Sempre mescolando unite il latte caldo e portate ad ebollizione. lasciate bollire per 5 minuti senza smettere di mescolare, poi condite con il sale e la noce moscata.
  3. Fate soffriggere in un fondo d'olio d'oliva l'aglio a pezzi grossi e la cipolla tritata, unite le vongole e i fagioli, sfumate con del vino bianco e fate evaporare i liquidi per qualche minuto. Aggiungete la passata di pomodoro, salate, pepate e fate cuocere a fuoco lento per una mezz'oretta. Ultimate con una presa di prezzemolo.
  4. Preriscaldate il forno a 200° e assemblate le lasagne.
  5. Ungete con dell'olio d'oliva una teglia dai bordi alti, stendete due cucchiai di besciamella sul fondo e coprite con i rettangoli di pasta sbollentata. Ricoprite con altra besciamella, un terzo del sugo privato dell'aglio, spolverate con due cucchiai di parmigiano, poi adagiate sopra altri rettangoli di pasta e procedete nello stesso modo per effettuare il secondo strato. L'ultimo strato lo terminate creando un composto di besciamella e sugo mescolati insieme, una spolverata di parmigiano e un filo d'olio d'oliva.
  6. Infornate per 25 minuti fino ad ottenere una crosticina dorata.
  7. Una volta cotte, togliete le lasagne dal forno e fatele riposare nella teglia per 5 minuti. Tagliatele e servitele calde.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/

 

CARAMELLE RIPIENE CON NOCI E SPECK

pasta home made, primi | 20 maggio 2015 | By

Cosa stupisce di più di una ragazza con lo smalto e il rossetto che, all’occorrenza, sfodera il mattarello? Non è giovanile? Non è signorile? Mah, non saprei…di una cosa sono certa però: la cucina è un’arma di seduzione, quindi ragazze, armatevi di pazienza e seguitemi.

Chi mi legge da tempo conosce la mia passione per la pasta fatta in casa, rigorosamente smattarellata. Le tagliatelle sono il mio cavallo di battaglia, ma mi rilassano molto anche gli altri formati. Si si, mi sfogo quando impasto.

Estate o inverno, la sfoglia non ha stagioni, non ha temperatura e non ha limiti. Potete riempirla, tagliarla, tirarla e maltrattarla, è sempre buona se ci mettete un po’ di amore, come tutte le cose.

CARAMELLE RIPIENE CON NOCI E SPECK
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
10 min
Total Time
40 min
Prep Time
30 min
Cook Time
10 min
Total Time
40 min
Ingredients
  1. Per 2 persone
  2. 100 g di farina tipo "00"
  3. 1 uovo a temperatura ambiente
  4. 100g di ricotta vaccina
  5. 10 noci sgusciate
  6. 400g di spek tagliato a fette sottili
  7. 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  8. 1\4 di cipolla bianca
  9. 1 pizzico di noce moscata
  10. olio extravergine d'oliva
  11. sale
  12. pepe
Instructions
  1. In una ciotola amalgamate la ricotta con il parmigiano grattugiato, la noce moscata, un pizzico di sale e la metà delle noci tritate finemente.
  2. Su una spianatoia di legno create un cratere con la farina, rompetevi l'uovo all'interno e impastate, poi con un matterello o una macchinetta tirate la sfoglia sottile.
  3. Create dei mucchietti su una metà della sfoglia con il composto di ricotta e noci, distanziati circa 2 cm l'uno dall'altro, adagiate l'altra metà della sfoglia sui mucchietti e pressate leggermente con le dita tutt'intorno.
  4. Con un coltello ritagliate dei ravioli rettangolari e create delle caramelle arricciando la pasta appena sopra il ripieno.
  5. Procedete soffriggendo in padella la cipolla tritata in un fondo d'olio, aggiungete lo speck tagliato a listarelle e le restanti noci pestate grossolanamente. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela delicatamente con delle pinze o una schiumarola e saltatele in padella con il condimento.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/

STROZZAPRETI SAVAGE SUMMER

Ladies and Gentlemen, è con grande piacere e soddisfazione che oggi vi ospito nel mio nuovo blog.

Come ogni cerimonia che si rispetti ho apparecchiato la mia tavola con tutto ciò che mi rispecchia. Un po’ savage: ribelle, con una viola tra i capelli; e un po’ summer: tinta dei colori del sole e della terra. 

Tra i commensali, al posto d’onore, insieme a voi e me, abbiamo il nuovo numero di TASTE & MORE, che anno dopo anno e giorno dopo giorno spadella idee d’eccezione.

Per chi di voi preferisce mangiare differentemente, per chi deve farlo o si distingue dalla norma. Vorrei mostrarvi come gustare cibi succulenti e creativi pur essendo alimentarmente mancini.

STROZZAPRETI SAVAGE SUMMER
Pasta acqua e farina, vegetariana senza lattosio
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Ingredients
  1. Per 2 persone
  2. 180g di farina tipo 00
  3. acqua q.b.
  4. 120g di yogurt di soya al naturale
  5. 10 viole
  6. 5 ravanelli
  7. 1\4 di cipolla bianca
  8. 0,125g di zafferano in polvere
  9. 2 cucchiai di vino bianco secco
  10. sale
  11. olio extravergine d'oliva
Instructions
  1. Per gli strozzapreti, impastate la farina con la quantità di acqua necessaria per ottenere un composto liscio, omogeneo, di media consistenza, che si stacchi bene dalla spianatoia. Formate un panetto e tagliatelo a fette, poi lavorate i pezzi con il palmo della mano ottenendo dei cilindretti di circa mezzo centimetro di spessore, che andrete a tagliare della lunghezza di 7/8cm.
  2. Tritate finemente la cipolla e fatela stufare a fuoco basso in padella con il vino bianco e la stessa quantità di acqua; quando sarà cotta e i liquidi saranno evaporati, aggiungete lo yogurt di soya, una presa di sale e lo zafferano. Cuocete per un minuto, mescolando, a fuoco vivo e passate la salsa al setaccio.
  3. Tagliate i ravanelli a fette molto sottili, irroratele di olio d'oliva, un pizzico di sale, disponetele distanziate tra loro su una placca e mettete in forno ventilato per 20 minuti a 180°.
  4. Cuocete gli strozzapreti in abbondante acqua salata per pochissimi minuti, fino a quando non affioreranno in superficie, scolateli e conditeli con la salsa di soya e zafferano, le chips di ravanelli, un filo d'olio d'oliva e, in ultimo, le viole.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/
 

TRA SOGNO E REALTA’

pasta home made, primi | 5 febbraio 2015 | By

Or che i sogni e le speranze
si fan veri come fiori,
sulla Luna e sulla Terra
fate largo ai sognatori.

(Gianni Rodari)

SONY DSC
realtà: avere i piedi per terra…erba…erbette miste di campo con erbe aromatiche.
 
aria: piatto bianco…etereo…liscio…rotondo…un cerchio, avvolgente, come il gusto del passatello, dalla consistenza
pastosa, che abbraccia il palato.
sogno: essere sognante…avere la testa tra le nuvole…brezza…petali di fiori che ondeggiano in aria.

SONY DSC
 
Passatelli tra sogno e realtà
Write a review
Print
Ingredients
  1. (Per 2 persone)
per i passatelli
  1. 2 uova a temperatura ambiente
  2. 100g di parmigiano grattugiato
  3. 100g di pangrattato (ottenuto da pane comune bianco)
  4. 3 cucchiai di farina tipo "00"
  5. la scorza grattugiata di 1/2 limone
  6. noce moscata q.b.
  7. sale
per il condimento
  1. tre manciate di erbe di campo miste ed erbe aromatiche (tarassaco, silene, finocchietto selvatico, borragine, crescione, pimpinella, basilico, menta, valeriana, erba cipollina, maggiorana, cerfoglio, spinacio)
  2. i petali non trattati di una rosa
  3. una presa di chicchi di melagrana
  4. olió extravergine d'oliva
  5. sale
  6. pepe
per la salsa d'arancia
  1. 1 arancia rossa
  2. 20g di amido di mais
  3. 10g di burro
  4. sale
  5. pepe
Instructions
  1. In un'ampia ciotola versate il pane disposto a fontana, poi, all'interno del cratere, aggiungete le uova, il parmigiano, la farina, la scorza di limone, un pizzico di sale e uno di noce moscata. Impastate il composto fino a farlo risultare compatto e piuttosto duro. Dopo aver fatto riposare il panetto per 5 minuti, con l'ausilio di uno schiacciapatate a fori larghi, passate l'impasto e tagliate con un coltello i passatelli lunghi circa una decina di centimetri, facendoli cadere direttamente nell'acqua di cottura. Saranno cotti dopo pochissimi minuti, quando affioreranno in superficie.
  2. Lavate e mondate le erbe, pulite con un panno umido i petali di rosa e spezzate tutto grossolanamente con le dita.
  3. Condite abbondantemente con olio, sale, pepe, aggiungete i chicchi di melagrana e lasciate riposare per qualche minuto.
  4. Preparate la salsa d'arancia scaldando in una casseruola antiaderente il succo con l'amido di mais, il burro, un pizzico di sale e una macinata di pepe nero. Cuocete per due minuti mescolando, poi lasciate intiepidire (il composto diventerà denso).
  5. Cuocete e scolate i passatelli, fateli raffreddare con dell'olio d'oliva per evitare che si attacchino l'uno con l'altro e conditeli con l'insalatina di erbe, petali e melagrana. Impiattate stendendo una cucchiaiata di salsa d'arancia, adagiandovi sopra la pasta e ultimate con una macinata di pepe nero.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/
  SONY DSC SONY DSC SONY DSC
 
 
 
 
 
Foto e ricetta per il contest di Taste & More, bello e buono
 
 

DI PROFUMI E ABBRACCI

pasta home made, primi | 20 ottobre 2014 | By

SONY DSC

vi capita mai di sentirvi scossi da un sapore? A me si.
Catalogo spesso le sensazioni collegandole ai sapori, mi riportano indietro, mi accendono, mi fanno pensare.
Questo è proprio uno di quei casi.
La fine dell’estate nella mia città, l’aria delle sere settembrine, una casa calda, confortevole, risate amiche e complicità. 
Abbinamento contrastante e vincente, tacchi a spillo e frac, peperoncino e vaniglia. Tenetevi forte perché alla prima forchettata esploderà un turbine di intensità. Consistenza, dolcezza, spezie vi baceranno il palato e non si sposteranno più dal cervello.

 

Gnocchi con crema di zucca e curry
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per gli gnocchi
  2. dosi per due persone
  3. 500g di patate (meglio utilizzare quelle rosse a pasta gialla)
  4. 150g di farina "00"
  5. 1 uovo (facoltativo)
  6. 1 pizzico di sale
  7. Per il condimento
  8. 300g di zucca gialla
  9. 35g di burro
  10. 12 cipolla bianca
  11. 1 cucchiaino di curry
  12. 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  13. 12 cucchiaio di prezzemolo tritato
  14. vino bianco secco per sfumare
  15. sale
Instructions
  1. Lessate le patate con la buccia e, ancora calde, sbucciatele e schiacciatele. Impastatele con la farina, il sale e l'uovo su un piano di lavoro e quando avrete ottenuto un panetto omogeneo e senza grumi dividetelo in tanti filoni di circa 3 centimetri di spessore; a questo punto potete tagliare gli gnocchi con l'ausilio di un coltello e disporli su un piano infarinato distanziati l'uno dall'altro.
  2. Dopo aver mondato e tagliato la zucca a cubetti fatela appassire in forno a 180° per 30 minuti coperta da un foglio di carta stagnola.In una padella fate soffriggere la cipolla tritata con il burro, poi unite la zucca, salate e sfumate con il vino bianco. Quando il vino sarà evaporato passate tutto al setaccio e ultimate la crema di zucca con il curry e il parmigiano.
  3. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata, scolateli appena affiorano in superficie, conditeli con la crema di zucca e curry e terminate il piatto con una spolverata di prezzemolo.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/

 

 

LA MIA FOTO IN COPERTINA . TASTE & MORE

pasta home made, primi | 5 settembre 2014 | By

 
 
Conservare ha un po’ quel sapore di una volta.
Conservare lascia al sicuro, dà certezze.
Conservare un ricordo, un sapore, un profumo.
Conservare nella mente, nel cuore, in cucina.
Per voi, questa volta, ho conservato dei fiori, molto comuni, ma anche molto speciali, che ho lasciato essiccare; che si annusano, si bevono e, oggi, si mangiano.
TAGLIATELLE ALLA LAVANDA CON FAGIOLI E CALAMARETTI
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per 2 persone
  2. 200g di farina "00"
  3. 2 uova a temperatura ambiente
  4. 1 cucchiaino di infiorescenze di lavanda essiccate
  5. 180g di calamaretti
  6. 120g di fagioli borlotti sgusciati
  7. 4 spicchi di aglio
  8. 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  9. vino bianco secco per sfumare
  10. olio extravergine d'oliva
  11. sale
  12. pepe
Instructions
  1. Disponete la farina su un tagliere e formate un cratere dove andrete a rompere le uova e a unire la lavanda.
  2. Impastate e stendete la sfoglia, infarinatela leggermente e arrotolate le due estremità opposte come se fosse una pergamena.
  3. Arrivati al centro sovrapponete una metà all'altra e tagliate delle fettine di circa 5/6 mm. Quando andrete a disfare le strisce di pasta, avrete le vostre tagliatelle. (Trovate il procedimento anche sulla pagina "mani in pasta").
  4. Schiacciate l'aglio con il palmo della mano, privatelo della buccia e fatelo soffriggere in padella con un fondo d'olio, unite i calamaretti tagliati a pezzi e i fagioli precedentemente lessati in acqua salata; salate, pepate e sfumate con del vino bianco. Lasciate cuocere fino a quando il pesce avrà ottenuto la giusta consistenza.
  5. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e quando affiorerà in superficie scolatela e saltatela in padella con il condimento e qualche cucchiaio di acqua di cottura. Ultimate la mantecatura con il prezzemolo.
E il Basilico http://www.eilbasilico.ifood.it/
 
sul nuovo numero di Taste & More
 
 

TASTE & MORE. ANCORA UNA VOLTA

pasta home made, primi | 11 giugno 2014 | By

 

SONY DSC

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora una volta è arrivata l’estate, finalmente. Ancora una volta profumi pungenti, aromi fragranti, sono proprio la marcia in più per ogni piatto, anche il più semplice.
Ancora una volta si pianta, si annaffia, si fanno magie in cucina con le erbe aromatiche che io adoro; cotte o crude sono la mia passione. 
Spesso ve le propongo, soprattutto in questo periodo dell’anno, durante le prime giornate calde.
Ancora una volta Taste&More, il numero 9, dove trovate la mia ricetta, ma anche tantissime altre idee per gustare sapientemente l’arrivo del sole.

 

 

RAVIOLI AL TIMO E TALEGGIO


ingredienti: (dosi per due persone)


200g di farina tipo “00”

2 uova a temperatura ambiente
l’albume di 1 uovo
150g + 100g di ricotta vaccina
80g di taleggio
15 pomodori datterini
10g di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di foglie di timo fresco + qualche rametto
1/4 di cipolla bianca
1 pizzico di noce moscata
olio extravergine d’oliva
sale 
pepe
 
procedimento:
 
disponete la farina su un tagliere e formate un cratere dove andrete a rompere le uova. Impastate e stendete la sfoglia. 
Preparate il ripieno dei ravioli amalgamando 150g di ricotta, il parmigiano, il taleggio tagliato a pezzettini, la noce moscata, un pizzico di sale e le foglie di timo. Abbiate l’accortezza di non far asciugare troppo la sfoglia, piegatela in due, disponete su una metà dei cucchiaini di ripieno distanziati l’uno dall’altro a seconda della grandezza dei vostri ravioli; spennellate la sfoglia con l’albume d’uovo tra un mucchietto di ripieno e l’altro, ripiegate la metà della sfoglia sul ripieno e premete leggermente con le dita per far aderire la pasta in modo che non si apra durante la cottura. Ricavate i ravioli esercitando pressione con una rotella.
Fate cuocere in una padella ampia con un fondo d’olio la cipolla tritata con i pomodori tagliati a metà e i rametti di timo; unite 100g di ricotta e fatela sciogliere.
Cuocete i ravioli in abbondante acqua bollente e salata, quando affioreranno in superficie scolateli e uniteli al condimento. Eliminate i rametti di timo, saltate la pasta a fuoco vivo con qualche cucchiaio di acqua di cottura e ultimate con una macinata di pepe nero.
 
 
 
 
 

pane e prosciutto

quando non sai che cosa mettere in tavola ti salva sempre la faccia.
Quando in vacanza devi preparare qualcosa di veloce da portare al mare o in montagna il panino con il prosciutto è sempre al primo posto in classifica.
Chi lo vuole dolce, chi lo vuole saporito, il prosciutto ci accompagna da sempre, dai banchi di scuola ai pranzi veloci in ufficio, dalle gite ai pic nic con i figli, da nord a sud è sempre il benvenuto, se poi a fargli compagnia c’è anche una bella fetta di pane, il connubio è presto fatto.
Ovviamente quando gli ingredienti sono sani e di qualità, anche il cibo più semplice e genuino risulta un pasto da re.

GNOCCHI DI PANE E PROSCIUTTO

ingredienti per gli gnocchi: (dosi per tre persone)
220g di pane raffermo
1/2l di latte
1 uovo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di farina
1 cucchiaio di pangrattato
noce moscata
sale
procedimento per gli gnocchi:
affettate il pane e bagnatelo con il latte, quando si sarà ammorbidito scolatelo e frullatelo nel mixer con l’uovo, il parmigiano, la farina, il pangrattato, un pizzico di noce moscata e un pizzico di sale. Formate delle quenelle con l’aiuto di due cucchiaini e fatele cadere direttamente nell’acqua di cottura leggermente salata; scolate gli gnocchi con un mestolo forato mano a mano che affiorano in superficie.


ingredienti per il condimento:

60g di prosciutto crudo saporito e stagionato (il gambuccio)
1 cucchiaino di estratto di pomodoro
1 scalogno
qualche foglia di basilico
2 o 3 noci di burro
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
procedimento:

fate dorare lo scalogno finemente tritato in una padella con il burro e un fondo d’olio. 
Sciogliete il concentrato di pomodoro in due dita di acqua calda e aggiungetelo in padella con il basilico. Saltate gli gnocchi di pane con il sughetto e teneteli un attimo da parte in un piatto; nel frattempo tagliate il prosciutto a cubetti e mettetelo a fuoco sostenuto nella padella dove avete precedentemente saltato gli gnocchi. Unite gli gnocchi al prosciutto, aggiustate di sale e pepe, mantecate velocemente e servite.

a volte ritornano

pasta home made, primi | 4 ottobre 2013 | By

eccomi tornata dopo una lunga pausa. Il mio blog mi è mancato, voi mi siete mancati. Purtroppo, però, in questo periodo sono molto impegnata su altri fronti, spero che mi rimaniate ugualmente affezionati fino a quando non riuscirò ad essere finalmente costante come ai vecchi tempi. 
Oggi vi propongo una nuova ricetta pubblicata sul nuovo numero di Taste & More, la rivista on line sulla quale trovate un sacco di idee carine per la vostra tavola. Il nuovo numero da sfogliare lo trovate in fondo al mio blog. Buon divertimento.

 

GNOCCHETTI AI FUNGHI, SPECK, RUCOLA E ROBIOLA

 
ingredienti:
 
200g di gnocchetti di patate
15 funghi champignon
60g di speck tagliato spesso
40g di rucola mondata
50g di robiola
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
¼ di cipolla bianca
1 bacca di ginepro
1 chiodo di garofano
1 foglia di alloro
¼ di bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
 

procedimento:

 
soffriggete la cipolla tritata in una padella con un fondo d’olio d’oliva. 
Tagliate a cubetti lo speck, aggiungetelo in padella e abbassate la fiamma. 
Mondate, affettate i funghi e uniteli al resto. 
Tagliate grossolanamente la rucola e mettete anch’essa a cuocere con il resto del condimento insieme al ginepro, al chiodo di garofano, all’alloro, al sale e al pepe. Sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere fino a quando i liquidi non saranno evaporati.
Cuocete gli gnocchetti in abbondante acqua salata, scolateli (un po’ al dente) e uniteli al condimento dopo aver eliminato il ginepro, l’alloro e il chiodo di garofano. Mantecate a fuoco basso con la robiola, il parmigiano e qualche cucchiaio di acqua di cottura.  
CONSIGLIA 5 ragioni per non perdere Taste of Milano 2017